La Smoked Sauna estone Patrimonio Culturale dell’Umanità Unesco

La tradizionale smoked sauna estone è stata inserita nella lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Umanità Unesco.
 

 

La smoked sauna è una delle varianti della sauna estone, rito importante della vita quotidiana della comunità di Võromaa: tradizione antichissima entrata stabilmente nella quotidianità di questo popolo, è vissuta dalle famiglie come momento di ritrovo e di benessere che si tramanda da generazioni.

La smoked sauna estone comprende una serie di rituali, tra cui la realizzazione delle tipiche ‘fruste’ per frizionare il corpo durante il trattamento, la costruzione e la riparazione delle saune e l’affumicatura della carne all’interno delle saune.

La sauna è un piccolo edificio, o una stanza, riscaldato da una stufa coperta di pietre all’interno del quale si posiziona una piattaforma rialzata per sedersi o sdraiarsi. Non essendo presente un camino, il fumo della legna circola nella stanza. A differenza di altri tipi di sauna, infatti, qui non c’è un camino: il fumo del legno che arde rimane all’interno della stanza, e solo una volta che l’ambiente è caldo viene fatto uscire attraverso la porta (o un condotto di ventilazione).

Tradizionalmente ci si reca nella sauna in compagnia di amici o parenti e si rimane all’interno sino a quando il corpo inizia a sudare. I partecipanti al rito gettano acqua sulle pietre riscaldate per produrre aria carica di vapore caldo e battono i loro corpi con fasci, formati da betulla e altre piante, quali ginepro e ortica, il cui effetto orticante si attenua nell’acqua calda. La frizione serve a purificare la pelle attraverso l’eliminazione delle cellule epiteliari morte, così da stimolare la circolazione del sangue.

Dopo aver sudato e frizionato il corpo, nonché essersi rilassati, la tradizione prevede che ci si raffreddi all’aria aperta e si risciacqui il corpo con acqua fresca o nella neve. La procedura viene ripetuta a più riprese per ottimizzare gli effetti benefici del trattamento.

Un tempo tutte le saune estoni erano di questo tipo, anche se negli anni i camini hanno rimpiazzato la tradizionale ‘affumicatura’ della stanza.
La sauna in generale, e quella "affumicata" in particolare, è considerata dagli estoni un rituale per purificare il corpo e la mente, capace di rilassare e apportare benefici alle comunità rurali che lavorano a temperature molto basse.

Una tradizione secolare insomma, di cui gli estoni e in particolare le comunità del sud-est dell’Estonia sono estremamente orgogliosi: promotore della candidatura è stato infatti il Võromaa Smoke Sauna Cooperation Council, ente che promuove e preserva questa pratica.

 

Leggi anche:

Benessere a Helsinki: sauna, day spa e un tuffo in piscina  

 

 

Condividi su Facebook