Le migliori città europee per fare shopping

Viaggi e shopping sono sempre andati d’accordo. D’altronde, è impossibile pensare di visitare un posto nuovo e tornare a casa senza nulla, fosse anche un semplice souvenir in valigia.

Ogni città, poi, ha il proprio stile e attira inevitabilmente gli appassionati del genere: i negozietti vintage e di tendenza di Berlino, lo shopping chic di Parigi, le grandi firme di Milano, i grandi store di design di Stoccolma…
Prima di partire, date un occhio alla nostra classifica delle migliori città europee per fare shopping. E non tornate a mani vuote!



Berlino

 

Berlino è una delle città più trendy d’Europa: all’avanguardia, giovane, cosmopolita, è la meta perfetta per lo shopping nei nuovi quartieri trendy.
Anche quando si parla di shopping istituzionale, di lusso e grandi firme, Berlino sa regalare non poche sorprese. La via per eccellenza dello shopping di alto livello a Berlino è Friedrichstrasse, definita la "quinta strada della capitale tedesca" dove si trovano numerosi palazzi ristrutturati, uffici e caffè.
Tutt’altro shopping è quello che si può fare a Berlino nelle vie intorno al Landwehrkanal, uno dei nuovi quartieri trendy di Berlino, meta di designer e giovani artisti. Qui, tra belle case ottocentesche e un verdissimo lungofiume, hanno aperto le boutique di piccole griffe della moda e del design made in Berlino. E così, grazie alla creatività, una zona un tempo depressa è ora vivace e frizzante. Poco più a sud, in pieno Neukölln, è già diventato un cult Sameheads: atelier per giovani designer, caffè e studio di registrazione.

 

Londra

 

Londra è una mecca irrinunciabile per le fashion victim più incallite, sia per i grandi marchi internazionali sia per gli stilisti locali sempre molto cool.
Il consiglio è di iniziare lo shopping londinese da un grande classico, Oxford Street che con i suoi 300 negozi (Top Shop, Unico, Urban Outfitters, Primark) vi darà di sicuro qualche soddisfazione, per svoltare poi sull’elegante Regent Street dove si trovano i famosi grandi magazzini Selfridges, praticamente il meglio sul mercato in fatto di moda. Entrare senza comprare nulla è praticamente impossibile.
Ovviamente quando si parla di department stores è d’obbligo citare Harrods: si fa la fila per entrare nell’edificio più famoso di Knightsbridge, una vera e propria istituzione a Londra, che merita una visita. E poi, come si diceva un tempo da queste parti, “da Harrods si può trovare di tutto, dallo spillo all’elefante”.
Lo shopping cool, invece, ha un nuovo quartiere del cuore: East End, che si snoda in un triangolo di vie tra la Old Street, la Great Eastern Street e la Shoreditch High Street, centro della bohème contemporanea.
Si può scegliere tra piccoli negozi molto particolari come No.one, uno shop che vende creazioni di designer locali, e ha anche un caffè dove sedersi per una pausa. L’atmosfera è molto rock, decisamente di tendenza.
Ma non mancano boutique dove vengono a vestirsi attrici, modelle e diverse celebrità del mondo del cinema e della musica come Start in Rivington Street: aperto da Brix Smith, ex chitarrista della banda cult The Fall insieme alla moglie, ha firme come Helmut Lang, Comme Des Garcons e Miu Miu, oltre che capi scelti con cura di stilisti emergenti e di nuovi talenti.

 

Milano

 

Cosa c’è di bello da fare e vedere a Milano? Se lo chiedono in tanti (turisti e milanesi) e quasi per tutti la prima risposta è: lo shopping.
A partire dalle vie dello shopping di stile per antonomasia, via Montenapoleone e via della Spiga, dove sono ammessi esclusivamente i migliori brand del made in Italy (e non solo). Ogni amante della moda lo sa che per trovare tutte, ma proprio tutte le marche più chic del pianeta Terra bisogna dirigersi senza indugi nel dedalo di vie che si dipanano tra via del Gesù, via S. Andrea, via Spiga, via Borgospesso e naturalmente via Montenapoleone, il cosidetto quadrilatero della moda meneghina. Qui si trovano i negozi dei più rinomati stilisti italiani e internazionali: vestiti meravigliosi, stoffe pregiate, borse e scarpe all'ultima moda, gioiellerie e show room di arredamento e design.
Per uno shopping meno costoso, ma sempre di buon livello, non occorre fare molta strada, visti i numerosissimi negozi affacciati lungo Corso Vittorio Emanuele.
Se invece siete alla ricerca di stilisti emergenti, piccoli negozi vintage di stile, negozi di modernariato e insoliti barbieri alla moda, dovete uscire un po’ dal centro città. È l’Isola, storico quartiere milanese un tempo popolare oggi molto di tendenza tra giovani creativi e modaioli alternativi.

 

Parigi

 

Parigi è la città delle mille luci e delle altrettante vetrine. Dopo aver ammirato lo spettacolo della Torre Eiffel e fatto un giro al museo del Louvre o alla maestosa cattedrale di Notre Dame, impossibile non dedicarsi a un po’ di sano shopping. Dai mercatini come quello delle pulci di St-Ouen agli acquisti chic alle Galeries Lafayette, c’è shopping per tutti gli stili e le tasche, a Parigi.
Un giro al Marais è d’obbligo anche perché il quartiere nel 3° e 4° Arrondissement è uno dei più alla moda della città, grazie ai numerosi negozietti di stilisti e artisti emergenti e ai locali di tendenza.

 

Stoccolma

 

Se volete cambiare il look alla vostra casa, approfittate di un viaggio a Stoccolma: capitale del design scandinavo, dall’inconfondibile stile moderno, la capitale svedese è la vera e propria regina del buon gusto, con store, gallerie, laboratori artistici, quartieri emergenti e indirizzi classici dove andare alla ricerca di arredi di design.
Chi ama la casa allegra, giovane e iperfunzionale deve fare un salto nei negozi del marchio Design Torget, che raccoglie oggetti disegnati unicamente da studenti svedesi: dalle bustine di plastica porta-fiori (perfette per chi non rinuncia a un fiore in camera nemmeno in viaggio) alle ciotole da insalata con posate incorporate.
Tra i “pezzi” diventati ormai cult, non si può resistere alla Block Lamp della Design Stockholm House, anche se il cuore dello shopping è Strandvägen, il lungomare di Stoccolma, dove si trovano due negozi imperdibili per gli amanti dello shopping design: lo storico Svenskt Tenn (creato nel 1924 da Estrid Ericson), vero e proprio regno dei tessuti di Josef Frank, e Malmstenbutiken, famoso per la sua collezione di poltrone svedesi.
Sofo è attualmente il quartiere più trendy di Stoccolma: mettetelo in programma tra le cose da fare in città. Multietnico, giovane e creativo, è qui che si trovano i piccoli atelier di stilisti emergenti e gli store di interior design più cool. Su tutti “domina” la signora del design Monica Förster: il suo showroom al 18 di Östgötagatan è anche galleria d’arte e bar.

 

Budapest

 

Città dal fascino mitteleuropeo, Budpaest sorge a cavallo di una leggera curva del Danubio, ed è famosa per i suoi viali, per i grandi parchi e le terme. L'atmosfera fin de siècle che si respira ancora oggi a Budapest la rende perfetta per un weekend romantico. Qui anche lo shopping assume un’aria tutt’altro che scontata.
Botteghe, mercatini, negozi raffinati e prestigiose case d’asta: a Budapest è ancora possibile scovare pezzi d’antiquariato appartenuti alla borghesia asburgica e belle époque. Mobili, dipinti ed oggetti di gusto raffinatissimo, segnati dall’esotismo di stampo francese e dalle sofisticate geometrie della Secessione: il mercato dell’antiquariato, altrove appiattito da mode e globalizzazione, qui è ancora autentico e sorprendente.
I negozi migliori dove fare affari si trovano sulla riva destra, a Pest, nelle strade silenziose che costeggiano i boulevard.

 

 

Condividi su Facebook