Soulgreen ristorante vegano di stile a Milano

C’è una bella novità tra i locali trendy di Milano: nasce Soulgreen, ristorante vegano dove la passione per la cucina salutista non rinuncia a nulla. Neppure allo stile.

 

 

In effetti il nuovo ristorante vegano di piazza Clotilde è un locale che, per prima cosa, piace per la sua bellezza. Uno spazio ampio e luminosissimo, con quelle piante che scendono dal soffitto come in una insolita giungla urbana, i tavoli dai colori tenui, le linee morbide e senza spigoli, le sedute comode. Un ristorante dall’aria internazionale, che non stonerebbe a New York, per intenderci.

Ma la vera sfida si assapora tra pentole e fornelli, perché il meglio di Soulgreen è la cucina: vegana e priva di glutine, senza utilizzo di prodotti animali e derivati, plant-based, come amano definirla qui. E se pensate a un menù di grandi rinunce, adatto solo ai puristi della tavola salutista vi sbagliate di grosso.
Aperto da mattina a sera, per colazione, brunch, tea break e cena, da Soulgreen, vegano secondo cucina ayurvedica il menù è estremamente vario, i piatti colorati e ricchissimi.

 

Si ordina al tavolo direttamente da iPad e si può scegliere tra menu vegan burger, verdure saltate, zuppe thai e minestrone di stagione, formaggi vegani e chips di cavolo nero, dolci senza burro e farine raffinate, smoothie alla frutta e soul juice, oltre a una fornita cantina di vini biodinamici.
Il cuore del menù di Soulgreen sono le Bowls, scodelle a tema complete e bilanciate. L’invito è a mischiare tutti gli ingredienti, che stanno benissimo combinati insieme tanto quanto sono buoni da soli.

Ogni piatto è realizzato con prodotti semplici, freschi e sani e non manca mai un tocco magico - fiori e colori per far risaltare il gusto e i benefici di ogni ingrediente – e nasce sotto la supervisione di un esperto nutrizionista. La sua missione? Creare una cucina che sia energia pura, in grado di renderci tutti un po’ più sani, ma anche più felici.

I bambini sono i benvenuti (per loro sono stati pensati menù ad hoc) e c’è anche una Color Room, una stanza dedicata a riunioni, pranzi privati, feste e degustazioni.

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook