Bandiere blu 2017: le spiagge più belle d'Italia con in testa la Liguria

Come da tradizione, perché non consultare la classifica delle Bandiere Blu 2017 per scegliere le spiagge più belle d’Italia e il mare più pulito dove prenotare le prossime vacanze?

 

 

Anche perché la buona notizia è che le spiagge italiane da sogno che vedranno sventolare il rinomato vessillo blu sono sempre più numerose: ben 342 litorali, 49 in più rispetto allo scorso anno, con la Liguria che rimane saldamente la regina della classifica.
L’importante riconoscimento, assegnato dalla Fee - Foundation for environmental education, che riconosce la valorizzazione dell’ambiente, la gestione sostenibile del territorio, la cura delle spiagge e delle coste, premia quest’anno 163 comuni e 67 approdi turistici: sono loro a custodire alcune delle spiagge più belle d’Italia.
Per poter ricevere dalla giuria il riconoscimento della Bandiera Blu le spiagge devono soddisfare 33 requisiti, validi a livello internazionale. Oltre a effettuare verifiche a campione sui dati ricevuti e visite sul posto, la Fee rivede ogni anno i requisiti per ottenere il prestigioso riconoscimento, in un’ottica di miglioramento continuo dell’offerta turistica e della valorizzazione delle coste.

 

 

I criteri per l’assegnazione delle Bandiere Blu 2017 includono la validità delle acque di balneazione, l'assenza di scarichi di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge, la presenza sulla spiaggia di contenitori per la raccolta differenziata, la messa a disposizione dei dati delle analisi delle acque di balneazione, la facilità di accesso al lido per i disabili, l’assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia.

La Liguria si qualifica anche quest’anno la prima della classe con ben a 27 Bandiere Blu e due nuovi ingressi, Camogli e Bonassola. Seguono (come nell’edizione passata) la Toscana con 19 località e le Marche con 17.
Subito dopo, a tenere alto l’onore del Sud Italia nella classifica delle Bandiere Blu 2017, si posiziona la Campania, sventolando 15 bandiere e festeggiando l’ingresso di Sapri e la Puglia che riconferma le sue 11 bandiere. A seguire l’Abruzzo, che tocca le 8 spiagge pulite grazie Giulianova e Roseto degli Abruzzi, mentre l’Emilia Romagna perde la bandiera di Cattolica scendendo a 6.

 

 

Otto bandiere per Veneto e Lazio, 11 per la Sardegna, 7 per la Sicilia (una in più rispetto allo scorso anno, grazie a Santa Teresa di Riva) e per la Calabria. Due per il Molise, Friuli Venezia Giulia e Basilicata.
Le altre new entry nella classifica 2017 delle acque più blu sono: Giulianova e Roseto degli Abruzzi, Roseto Capo Spulico e Soverato in Calabria.
Aumentano anche le bandiere per i laghi. Il Trentino-Alto Adige raggiunge quota 10 (e raddoppia rispetto all’anno scorso); 1 va alla Lombardia e 2 al Piemonte. Il Trentino si aggiudica Baselga di Pinè, Bedollo, Bondone, Lavarone e Sella Giudicarie.

 

 

Condividi su Facebook