Le spiagge più belle della Sardegna

Le spiagge più belle della Sardegna? Non hanno nulla da invidiare ai paradisi caraibici, questo è certo.

Calette da cartolina tropicale inframmezzate da rocce colorate, dune, agavi e cespi di mirto, acque smeraldine e sabbia sottile come borotalco.

Da nord a sud, ecco le spiagge più belle della Sardegna, secondo noi di Viviconstile.

Cala Spinosa - Santa Teresa Gallura
Il nome di questa spiaggia non mente sulla sua natura. Perché Cala Spinosa è una spiaggia impervia, che si svela solo a chi decide di percorrere sentieri ripidi che si snodano tra rocce modellate dal vento. Ma la fatica sarà ripagata dalla bellezza della baia: riparata da costoni di roccia granitica, questa meravigliosa spiaggia nella località di Capo Testa è una piccola caletta segreta, in cui fare un bagno rinfrescante tra acque di mille sfumature, dall’azzurro, fino allo smeraldo. Le rocce che lambiscono questo tratto solitario di costa rendono Cala Spinosa uno dei punti più interessanti del litorale per gli amanti delle immersioni.

Rena Majore - Cala Vall'Alta

Il tratto che da Santa Teresa di Gallura porta a Castelsardo passando da Isola Rossa, nel nord della Sardegna, regala angoli di natura intatti.
Come la spiaggia di Rena Majore: preceduta da una distesa di dune punteggiate di macchia mediterranea, si presenta come un chilometro di sabbia bianca che la forza del mare e del vento ha lentamente spinto verso la macchia all'interno. È la più lunga fra le tante che compongono Cala Vall'Alta, un’insenatura solitaria e profonda tra la costa di Santa Teresa e il promontorio rossastro di Monte Russu. Cala Vall'Alta è molto interessante anche per la sua importanza naturalistica, visto che qui si trovano le più grandi estensioni di rosa marina (Armeria pungens) di tutta la Sardegna.


Cala d'Arena - Asinara


L'Asinara, in Sardegna, è una delle isole più suggestive del Mediterraneo: prima colonia penale, poi carcere di massima sicurezza, dal 1997 è un Parco Nazionale e un’area marina protetta, meta consueta di piccole crociere lungo la costa. Il lato orientale dell'isola è famoso per le sue spiagge e calette, come quelle di granito rosa, Cala Scombro e Sant'Andrea o Cala d’Arena.
Cala d'Arena è la spiaggia più settentrionale dell'isola dell'Asinara e forse la più bella, divisa in due durante l'inverno da un piccolo ruscello: alle sue spalle si erge una torre costiera risalente al Sedicesimo secolo. Fino a qualche decennio fa vi deponevano le uova le tartarughe Caretta caretta, e si poteva trovare anche qualche esemplare di foca monaca. La spiaggia ha una sabbia bianchissima, è circondata dalla macchia ed è sottoposta al regime di tutela integrale.

La Pelosa - Stintino

Unanimemente considerata una delle spiagge più belle della Sardegna, oltre che famosissima, La Pelosa, a Stintino è una meraviglia che difficilmente si può dimenticare: un lungo arenile di sabbia bianchissima e sottile che sfiora un mare così azzurro da confondersi con il cielo. Protetta dalla barriera naturale dei faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara, che la contornano, è famosa per i suoi fondali dai colori talmente brillanti e vivaci da sembrare dipinti. Di fronte alla spiaggia si trova l’isoletta con la torre della Pelosa, che dovrebbe dare il nome alla zona. In realtà, un’altra versione racconta che la zona si chiami così per la strana vegetazione a forma di ciuffi lunghi e sottili che vi cresce. Unica accortezza: la Pelosa è una spiaggia tanto bella quanto frequentata quindi, se potete, evitatela a Ferragosto.

Cala Luna, Cala Mariolu e Cala Goloritzé – Arbatax

Andando verso sud, nella zona di Arbatax, le spiagge più belle si possono raggiungere solo dal mare o a piedi. Come le rinomate Cala Luna, Cala Mariolu e Cala Goloritzé che ripagano della fatica con acque smeraldo e sabbia bianca di bellezza praticamente insuperabile. La fatica di arrivare premia i bagnanti. Il fascino dell'acqua smeraldina e la sabbia quasi bianca sono insuperabili. La spiaggia di Cala Luna è ritenuta la spiaggia più bella del Golfo di Orosei e non a caso: circondata da bianche rocce calcaree e da oleandri, è caratterizza dalla presenza di una duna di sabbia dorata che separa dall'acqua di mare un piccolo laghetto d'acqua dolce. La spiaggia può essere raggiunta via mare oppure tramite un percorso a piedi piuttosto difficoltoso, adatto agli amanti del trekking.

Solanas - Sinnai

Tira sempre vento nel tratto di costa di fronte a Solanas, una delle spiagge più belle della Sardegna, molto amata dai surfisti. I sub invece ci vengono perché i suoi fondali sono insuperabili (un vero e proprio mondo sommerso). La spiaggia è molto intima e accogliente, sempre baciata dal sole.

Cala Goloritzé - Baunei

Cala Goloritzé si trova nel comune di Baunei nella parte sud del Golfo di Orosei in provincia dell'Ogliastra.
È una delle più suggestive della Sardegna, nata da una frana nel 1962 è famosa per il pinnacolo alto 143 metri che sovrasta la cala e che i climbers “sfidano” con arrampicate sportive.
C’è anche un arco naturale che si apre sul lato destro della baia e, in un anfratto tra le rocce all'interno della spiaggia, è presente una sorgente d'acqua dolce che dal sottosuolo sfocia in mare.
Dichiarata Monumento Naturale della Regione Sardegna e poi Monumento Nazionale Italiano, Cala Goloritzé è assolutamente incontaminata e selvaggia. L'arenile, di piccoli ciottoli bianchi e sabbia, è raggiungibile via mare o con un sentiero che dall'altopiano del Golgo giunge alla spiaggia.
Molto interessante dal punto di vista naturalistico, qui ha scelto di nidificare il Falco della Regina.

Cala Domestica - Buggerru


Situata nella costa sudoccidentale, tra bianche falesie calcaree, l'insenatura di Cala Domestica ha una spiaggia di sabbia mista sottile mista a ghiaia, scogli sparsi e, tutto intorno, dune punteggiate da macchia mediterranea. Cala Domestica si trova in un'ex zona mineraria della quale rimangono visibili le rovine degli edifici delle vicine miniere, i magazzini e i depositi dei minerali che aspettavano di essere imbarcati, ma anche gallerie, come quella che conduce alla cosiddetta Caletta, una spiaggia riparata e molto intima, nella quale si trova la foce di un torrente. Cala Domestica è particolarmente adatta per praticare la pesca subacquea.

 

Leggi anche: Le spiagge più belle del Salento

 

Condividi su Facebook