Steve McCurry in mostra alla Villa Reale di Monza

Fino al 6 aprile negli spazi della Villa Reale di Monza si può vedere una grande mostra fotografica: ''Steve McCurry oltre lo sguardo''.

 

 

La mostra si sviluppa a partire dai lavori più recenti di Steve McCurry e da una serie di scatti messi a confronto con alcune delle sue immagini più conosciute, come il famoso Ritratto di Sharbat Gula, icona assoluta della fotografia mondiale.

Oltre a presentare un’inedita selezione della produzione fotografica di Steve McCurry, la rassegna monzese vuole raccontare l'avventura della vita e della professione del fotografo, anche grazie a una ricca documentazione e a una serie di video costruiti intorno alle sue "massime".

Lo scopo è quello di seguire il filo rosso delle passioni, per conoscere la tecnica di un maestro, ma anche la sua voglia di condividere la vicinanza con la sofferenza e talvolta con la guerra, con la gioia e con la sorpresa.

Durante il percorso espositivo si assiste così al racconto per immagini di una vita in viaggio che spazia dall'Etiopia, all'India, dal Golfo Persico all'Afghanistan fino ad Angkor in Cambogia.

Tra le immagini ci sono molti ritratti, tra cui quello di una ragazza afghana velata che apre con sorridente timidezza un portone di legno intagliato.

E poi l'incredibile immagine di un indiano carico di collane e amuleti, la barba e i capelli tinti di arancio con l'henné. E infine anche Robert De Niro fotografato nella sua sala cinematografica di Tribeca a New York. Sullo sfondo un proiettore e volute di fumo, immagine del cinema per eccellenza.

Fotografie potenti, autentiche e mai in posa che secondo McCurry si ottengono solo con la pazienza.
Il desiderio è quello di capire come Steve McCurry riesca a conquistare la fiducia delle persone che fotografa perché, come dice lui stesso: "Ho imparato a essere paziente. Se aspetti abbastanza, le persone dimenticano la macchina fotografica e la loro anima comincia a librarsi verso di te".
A una mostra come questa non poteva che corrispondere un allestimento del tutto nuovo e originale, progettato appositamente da Peter Bottazzi per accompagnare il visitatore nel mondo di McCurry e stabilire un dialogo con gli ambienti monumentali della Villa Reale appena restaurata e la decorazione neoclassica che li caratterizza.

 

 

 

 

Copyright: ©Steve McCurry

Foto n 1: Operai su una locomotiva a vapore, India, 1983

Foto n 2: Ragazza sull'uscio, Afghanistan, 2003

Foto n 3: Robert De Niro nella sua sala di proiezione a Tribeca, New York, USA, 2010

 

 

 

Condividi su Facebook