Muji Hut: le mini case prefabbricate (di stile) firmate Muji

Presentata durante il “Tokyo Midtown Design Touch 2015”, Muji Hut è una collezione di tre micro-abitazioni prefabbricate (di stile) progettate da tre grandi nomi dell’architettura: Naoto Fukasawa, Jasper Morrison e Konstantin Grcic.

 

 

A commissionarle il colosso nipponico dell’home Muji, che dopo aver esportato in tutto il mondo lo stile essenziale e zen dei suoi componenti d’arredi per casa e ufficio, si lancia in una nuova sfida.
Proporre una nuova tipologia di abitare: una micro-abitazione dotata di tutto il necessario e pensata per essere costruita in campagna a immagine delle Kyosho jutaku, le tradizionali micro-case giapponesi.

L’azienda giapponese ha così incaricato Jasper Morrison, Konstantin Grcic e Naoto Fukasawa di elaborare le loro versioni di un rifugio per il tempo libero. Che saranno messe in vendita a partire da quest’anno.
Tre modelli diversi tra loro, con alcuni tratti distintivi: lo stile essenziale “marchio di fabbrica” di Muji, una grande attenzione all’eco-sostenibilità, una bellezza assoluta fatta di sottrazione più che di acquisizione. Per chi ama vivere come moderni asceti.

 

 

 

Wooden Hut, di Naoto Fukasawa propone un legame diretto con la tradizione nipponica, nelle forme e nei materiali: la sua abitazione in legno ricorda una capanna dalle grandi aperture all’interno della quale si trova un unico ambiente con una cucina minimalista completato da un piccolo bagno con vasca.
Una casa mignon prefabbricata per chi ama sentirsi outdoor anche comodamente seduti su un divano: sono infatti le finestre a tutta altezza da cui ammirare le bellezze del panorama circostante, il tratto distintivo di questo progetto estremamente elegante.

 

 

 

Cork Hut, la mini casa firmata Jasper Morrison utilizza il sughero per rivestire l’esterno di un piccolo rifugio con struttura il legno chiusa da un tetto monofalda, all’interno della quale realizza un unico ambiente riscaldato da una stufa dotato di bagno e una piccola cucina.

 

 

L’alluminio è invece il materiale con cui Konstantin Grcic riveste la sua “scatola” bilivello a tetto piano, E Aluminium Hut, all’interno della quale realizza un ambiente per soggiornare e uno superiore per trascorrere la notte. In facciata, moderni pannelli in legno e carta riferimento diretto alle tradizionali pareti shoji.

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook