Londra, la signora d’Inghilterra

Ne è passato di tempo da quando austeri signori in bombetta e ombrello nero passeggiavano per le strade di Londra.

Anche gli anni d’oro della Swinging London sono finiti da un po’ e alle cinque in punto, quando la Regina sorseggia il suo tè, i londinesi sono in genere affaccendati in ben altri business nel cuore finanziario della City.


Eppure questa città, multietnica e sempre in evoluzione, ha un fascino al quale non si può resistere e la capacità di mutare pelle senza dimenticare una storia gloriosa, antica secoli.
Meta prediletta per uno short travel, ama anche lasciarsi conoscere con calma. Per soggiornare a Londra si può scegliere di affittare gli appartamenti di stile GoWithOh.it in alcuni dei quartieri più belli della città: il modo migliore per vivere una vacanza in completa autonomia e libertà.

Gli spunti e le mete turistiche di interesse, d’altra parte, non mancano. Tra grandi classici e scoperte insolite, c’è solo un piccolo inconveniente: vi innamorerete a prima vista.

Una visita al Big Ben e all'House of Parliament, i simboli indiscussi di Londra, è d’obbligo. Con le sue 1200 stanze, i 3 km di corridoi, gli 11 cortili e la facciata gotica di 300 metri che si specchia nel Tamigi, il Westminster è una struttura davvero imponente che incute un po’ di timore.

Nel sottosuolo, le sale del Ministero della Guerra sono un vero e proprio labirinto, dove si può rivivere l’atmosfera della Seconda Guerra Mondiale, quando Winston Churchill e il suo Quartier Generale decidevano le manovre belliche e leggevano le informazioni segrete.
Svetta su tutto la mole della Clock Tower e del suo famosissimo orologio, il Big Ben, che i londinesi sostengono essere il più preciso del mondo.

Sul lato opposto del fiume London Eye, la grande ruota panoramica protegge benevola come un grande occhio materno la sua città: inaugurata nel 2000, si può salire e fare un giro per accaparrarsi le foto più spettacolari dello skyline londinese.

Un tempo a Trafalgar Square si trovavano le King's Mews, le stalle reali, anche se oggi il suo ruolo è decisamente migliorato: è infatti tappa di molti itinerari turistici e fulcro della West End, cuore della vita amministrativa e politica di Londra.

Il nome della piazza è un omaggio al grande Orazio Nelson e alla vittoria campale della sua flotta su spagnoli e francesi avvenuta nella battaglia del 1805. La statua dell’ammiraglio campeggia al centro della piazza sorvegliando i turisti in fila per entrare alla National Gallery, sicuramente il museo più importante di Londra e uno dei più famosi del mondo.

In pratica, ciò che non si trova al Louvre, al Prado o agli Uffizi di Firenze, è qui: Caravaggio, van Eyck, Raffaello, Velázquez, Turner, Van Gogh e Botticelli.

St. Paul’s Cathedral è una delle due cattedrali anglicane di Londra, l’unica barocca, con una grande cupola ispirata dall’architetto Sir Christopher Wren a quella di San Pietro. È una vera “primadonna”, anche perché ospita da sempre gli eventi più significativi della città e della Corona: dai funerali di Winston Churchill a quelli di Lord Nelson, dal centesimo compleanno della Regina Madre, al famoso matrimonio di Lady Diana con il Principe Carlo e, per ultime, le tanto attese nozze tra William e Kate.

Non c’è viaggio a Londra che non preveda un po’ di shopping. 

Anche perché qui siamo nella capitale del fashion: che si tratti di mercatini, centri commerciali o negozi cool, Londra è il quartier generale dei marchi più famosi e trendy del mondo.

Grandi affari, vestiti eccentrici, abiti eleganti e raffinati: la city è la capitale delle contraddizioni e della varietà.
Si parte da Oxford Street che con i suoi 300 negozi e tutte le catene più famose del mondo saprà sicuramente accontentarvi.

A Regent Street, invece, ci sono due tappe obbligate: Liberty e Hamleys, il più grande negozio di giocattoli al mondo. Proprio dietro Liberty si trova poi Carnaby Street, per gli amanti dello shopping di tendenza e un po' alternativo. Da non perdere i Grandi Magazzini Harrods, soprattutto in tempo di saldi, mentre a Notting Hill ci si può andare di sabato, quando si tiene il famoso mercato di Portobello.

Per vivere la notte londinese, Soho insieme a Piccadilly è certamente una delle mete predilette soprattutto durante il weekend, quando i suoi locali – ce ne sono tantissimi e per tutti i gusti - sono letteralmente presi d’assalto.

Ma se volete scoprire dove si incontrano i creativi e gli hipster che contano, il nuovissimo indirizzo è Shoreditch, nella parte est della città, ieri labirinto di viuzze inespugnabili, edifici fatiscenti e pub leggendari, oggi laboratorio di tendenze che si fanno largo negli atelier di artisti, nei nuovi hotel con terrazze panoramiche affacciate sulla City, negli spazi dedicati ai linguaggi del contemporaneo, dalla Whitechapel al White Cube di Hoxton Square.

Excel London è il più importante polo fieristico di Londra, da poco inaugurato nella zona dei Docks. Qui a marzo, quest’anno dal 19 al 21, si tiene International Confex, fiera molto frequentata nel Regno Unito dedicata al variegato mondo degli eventi.

 

Scopri Dieci cose da fare a Londra!

 

 

             

 

Condividi su Facebook