Yoko Ono in mostra al Museo Guggenheim di Bilbao

Yoko Ono, la donna che fece innamorare John Lennon e che è considerata una delle artiste più influenti del nostro tempo, ha compiuto ottant’anni.

Che non li dimostri, è sotto gli occhi di tutti. Che per lei sia iniziata una nuova vita, forse in pochi lo sanno.

Il Guggenheim di Bilbao dedica all’artista giapponese, dal 14 marzo al 4 settembre 2014, un’importante retrospettiva, "Yoko Ono. Half-A-Wind Show".
In mostra al Guggenheim di Bilbao si potranno ammirare circa 200 opere che ripercorrono 60 anni di creatività di Yoko Hono, in una commistione di forme artistiche e suggestioni che ben rappresenta lo spirito misterioso e fecondo di questa donna di Tokyo. Si va, per intenderci, dagli anni Cinquanta fino alle sue creazioni più recenti come la nuova versione dell'installazione e performance «Moving Mountains».

Tra le sale del Guggenheim di Bilbao che ospitano la mostra dedicata a Yoko Hono "Yoko Ono. Half-A-Wind Show" ci si muove, con sorprendente leggerezza, tra arti plastiche, disegni, poesia, cinema e musica. Tanti sono stati i mezzi esplorati dall'arte concettuale di Yoko Ono, sempre pronta ad affrontare temi fondamentali e apparentemente distanti gli uni dagli altri, come il potere dell'immaginazione, l'impegno politico, il senso dello humor e quello dell'assurdo.


La mostra di Bilbao getta così uno sguardo interessante ed esaustivo sull’universo poliedrico di questa artista unanimemente considerata pioniera nell’arte concettuale e nella performance, oltre che una figura chiave nel mondo della musica, nel movimento per la pace e nel femminismo.
La retrospettiva "Yoko Ono. Half-A-Wind Show" rivolge una particolare attenzione alle opere di Yoko Ono dagli anni ‘60 agli anni ’70, con un focus su opere esemplari e rivoluzionarie come le Istruzioni di pittura (1961 e 1962) e la performance Il pezzo tagliato (1964).

 

Condividi su Facebook