Milano Vegan: ristoranti vegani a Milano dove mangiare bene e a sazietà

 La maggior parte dei ristoranti tradizionali non è ancora del tutto consapevole di cosa comporti la dieta vegana e gli stessi camerieri fanno fatica a proporre delle pietanze che possano andare bene per questa tipologia di clienti.

 

È per questo che ancora oggi molti vegani, quando si tratta di andare a pranzo o a cena con amici o parenti, sono in difficoltà.

Fortunatamente, con la crescita consistente del numero di vegani presenti a Milano, il capoluogo lombardo si sta pian piano riempiendo di piccoli e grandi locali fatti apposta per l'utenza vegana, senza contare tutti i punti vendita di prodotti biologici ed eco-friendly che già da diversi anni si sono affacciati al panorama milanese.

Se si va a pranzo in compagnia di gente coraggiosa, pronta a provare sapori nuovi e… privi di carne e derivati, si possono trovare a Milano alcuni locali che hanno proposte gustose anche per chi non è abituato a questo tipo di cucina.
Se invece, nella peggiore delle ipotesi, qualcuno del gruppo proprio non sopporta l'alimentazione vegana o vegetariana, si può puntare su ristoranti vietnamiti, indiani, singalesi, giapponesi e cinesi, che comprendono molto spesso nel menù delle proposte interessanti anche per i vegani presenti nel gruppo.

Partendo dai posti in stile fast food, si possono visitare le catene Universo Vegano e I Love Vegetarian: mentre la seconda proposta presenta pietanze cucinate anche con uova e formaggio, Universo Vegano si offre come idea innovativa, che comprende rielaborazioni di piatti tradizionali in chiave vegana (come le lasagne e i cannelloni vegani, l’affettato di lupini dentro a focacce e panini, il "vebab" in sostituzione del kebab, la piadina marinara contenente soia e non tonno, ecc.), ma anche piatti del tutto nuovi e artigianali. Dal formaggio vegano all’impasto della piadina con alga spirulina, dalla "veghizza" – sostituto della pizza – con impasto di farina integral-bianco ai dolci dall’aspetto invitante e dalla composizione del tutto sperimentale, il risultato è sempre una cucina familiare, ma dai sapori rinnovati, diversi, che piace anche a chi non segue questo tipo di alimentazione.

Una proposta più raffinata, invece, è quella di GHEA: questo ristorante realizza pietanze gourmet e finger food e vanta chef di alto profilo che hanno seguito corsi specifici di cucina vegana e vegetariana. L’impiattamento artistico, le portate elaborate e i sapienti abbinamenti studiati nei minimi particolari fanno di GHEA un locale raffinato, che riesce a proporre questa “cucina alternativa” con un savoir-faire elegante e creativo.

V.G.

 

 

Condividi su Facebook