Il bello di essere… Fuorimano a Milano locale trendy in zona Bicocca

Fuorimano è la Milano che non ti aspetti, poco più in là dei soliti circuiti noti. A volte basta varcare la soglia di un vecchio cortile, in una stradina che neppure sembra di essere in città, e ci si ritrova immersi in un’atmosfera magica e sospesa.

 

 

È ciò che si prova quando si scopre Fuorimano, locale trendy in zona Bicocca: un posto dove mangiare bene, bere meglio, scrivere, leggere, studiare, suonare, ascoltare, guardare. Ci si sente fuorimano, ma la città è tutta là fuori.
 

Uno spazio ampio, luminosissimo, un loft tutto bianco affacciato su un cortile di ghiaia, come quelli di una volta. All’interno arredamento vintage (ma approccio contemporaneo) fatto di divani e poltrone che devono averne sentite tante di chiacchiere, tavolini e tavoli in legno, tante sedie tutte diverse, specchi, vecchie lampade da terra, macchine del caffè e un’aria volutamente da garage-officina in cui da un momento all’altro qualcuno potrebbe iniziare una jam session improvvisata (cosa che, in effetti, avviene durante il weekend e le serate speciali).

Da Fuorimano si respira un’aria apparentemente casuale, proprio da locale fuorimano, che non vuole soccombere alle mode, ma non nasconde la voglia di farsi notare. A modo suo.
Difficile da inquadrare anche per quanto riguarda l’offerta culinaria, varia ma sempre molto attenta: pizzeria gourmet, burger e cocktail bar, sala da tè, pasticceria raffinata e ritrovo per un perfetto brunch domenicale.

Da provare l’hamburger di Fuorimano: te lo costruisci con gli ingredienti che preferisci, la carne è freschissima, il pane fatto in casa, le patatine di contorno sono fritte all’olandese, croccanti fuori e morbide dentro e il bacon impeccabilmente croccante.
Ottima anche la pizza, leggerissima e digeribile, con impasto di lievito madre.
Ma la vera scoperta è il brunch domenicale, che da Fuorimano è da godere con la lentezza e il relax che merita questo giorno speciale.
Niente buffet, niente ressa per accaparrarsi l’ultimo pancake, perché da Fuorimano il brunch viene servito ai tavoli.

Si può scegliere tra 3 menù (più uno per i bambini), a seconda della fame e dei gusti: c’è il classico Continental (con brioche, torta salata, French Toast e salsicce con insalatina, yogurt con frutta fresca e pane e marmellata), l’American per chi non teme la prova costume (Bacon & Beans, hash brown, pomodori, grigliati, cheesecake, pan tostato & burro di arachidi, muffin e pancake) e il Veggie, light ma gustoso (pane burro & marmellata, hummus con pane carasau, caprese, muesli e yogurt, pancake con blueberries e panna montata, centrifuga del giorno, verdure grigliate).
Pe tutti, uova a piacere (strapazzate, in camicia, alla coque…), spremuta di arancia fresca, caffè e tè a volontà.
Si può pranzare all’interno o, durante la bella stagione, nel cortile del locale, tra tavoloni conviviali, pergole che si arrampicano sui muri piacevolmente selvagge e un silenzio quasi irreale per una città come Milano, interrotto solo dalle risate dei bimbi, che possono giocare in assoluta libertà e sicurezza.
Perché da Fuorimano l’atmosfera è informale e rilassata come se si fosse nella bella casa di amici ospitali.

 

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook