Arredare la cucina in stile vintage

Definitivamente sdoganato e in questo momento decisamente in auge, lo stile vintage prima solo appannaggio di outfit dal sapore retrò, conquista oggi anche gli spazi della casa.

 

Con nuove idee per arredare la casa con personalità, mescolando abilmente pezzi d’antàn ad altri più contemporanei, per un effetto new vintage che lascerà tutti a bocca aperta.
Il periodo più amato va dagli anni Cinquanta alla fine degli anni Sessanta, un arco di tempo breve ma decisamente creativo, dove per la prima volta si sperimentano materiali nuovi (come acciaio e plastica), nascono le produzioni di massa e si forma la prima idea di design.
Tre i tanti, il carrello Boby di B-Line, la lampada Arco di Flos, il divano Nuvolone di B&B, tutti rieditati e tuttora in produzione.

Uno degli ambienti casalinghi che meglio si presta a mostrare tutte le potenzialità del vintage style è senza dubbio la cucina: arredi in formica, tinte pastello, linee arrotondate, pavimenti a scacchi bianchi e neri e avrete, in un soffio, una cucina ispirata agli anni ’50.

Non c’è modo più semplice per arredare la propria casa in stile vintage se non quello di recuperare dei complementi di arredo e dei mobili antichi direttamente nei mercatini o nei concept store d’arredo vintage (come Manà Manà, ospitato in un grande appartamento aperto al pubblico di un bel palazzo del centro storico di Monza), che sono in grado di scovare pezzi unici a prezzi spesso competitivi.

Se invece è il new vintage, quello che vi interessa, rimarrete sorpresi dallo scoprire quante aziende si siano oggi specializzate nella realizzazione di mobili in perfetto stile retrò ma con tutti i comfort e le tecnologie del nuovo Millennio. Come per esempio la bella credenza di di Dialma Brown che ricorda i mobili dei tinelli degli anni Cinquanta.

La regola numero uno è quindi definire lo stile a cui rifarsi, in modo da ricreare una certa armonia tra i mobili e i complementi d’arredo utilizzati senza creare confusione affinché questi richiamino uno stile preciso.

Per esempio, se sono gli anni Cinquanta il vostro amore, sulle pareti della cucina appendete delle stampe che ritraggono pin-up o casalinghe americane in perfetti outfit domestici.

Se, soprattutto, non volete stravolgere il vostro attuale arredamento, ma quella che cercate è più che altro un’atmosfera alla quale ispirarvi, allora puntate tutto sugli accessori giusti.
Che, se non sono original vintage, sono però oggetti dichiaratamente ispirati alla tendenza, certo senza pretese di originalità. In effetti lo stile vintage si è conquistato una buona fetta di mercato, conquistando sempre più appassionati anche tra i giovani alle prese con la prima casa.
Per una cucina vintage, via libera ai piccoli elettrodomestici dalle linee bombate, alle collezioni tavola con richiami alle linee anni Cinquanta, targhe décor, accessori e complementi in tenui colori pastello come il giocoso set Espresso Gem di Present Time.

 

 

 

Condividi su Facebook