Bijoux romantici, croquet e stile soutache - Marcella Cataldo Nel baule di Marci

Il nostro viaggio nel mondo della creatività, alla ricerca delle migliori artigiane di bijoux made in Italy, continua a stupirci con personaggi e creazioni che lasciano il segno.
 

Questa volta voliamo fino al tacco della Penisola, precisamente a Taranto, dove ci accoglie il calore delle baroccheggianti creature di Marcella Cataldo, designer di Nel Baule di Marci.

Sorprende piacevolmente lo stile di Marcella, perché la lavorazione a uncinetto e macramè dei suoi bijoux rievoca i pizzi di una volta, in più impreziositi da gemme e cristalli.

L'effetto finale è affascinante: pezzi unici e romantici, per abbellire lobi, polsi e décolleté con preziose allegorie retrò.

"Ebbene sì, mi diverto a creare, ma non dimentichiamo che sono anche moglie e mamma di due ragazzi adolescenti e ... casalinga per hobby!" dice di sé la simpatica Marcella.

Scherza sì, ma neanche tanto, perché in effetti in questi ultimi 10 anni il creare, elaborare, progettare, hanno assorbito ogni minuto della sua vita, per far sì che quel suo prezioso "baule", così simile a quello delle nostre nonne, si arricchisse sempre più di favolosi pezzi.
Nel corso di tutti questi anni ovviamente le sue creazioni hanno subito un'evoluzione, frutto di ricerca e sperimentazione, che oggi le contraddistingue proprio per i colori e lo stile romantico e boho chic.
"In realtà la mia creatività spazia in tutte le arti manuali - spiega Marcella - ma naturalmente ci sono dei settori che mi prendono maggiormente, come appunto quello dei bijoux, degli accessori moda e del cucito creativo".

Per i suoi orecchini, collane e bracciali Marcella trae ispirazione principalmente da vetrine e riviste di moda: "Il mio cervello inizia a immagazzinare dati - spiega - e durante la notte elaboro e studio il tutto, così al momento dell'esecuzione le mie mani sanno già cosa fare."

Proprio per la sua notevole attitudine alla manualità, Marcella ama da sempre sperimentare varie tecniche creative, che spaziano dal bead embroidery, che consiste nel cucire in modo creativo le perline, alla soutache lanciata dalla stilista Dorì Csengeri, fino all'uso di pinze e catene.

 

 

"Mi piace anche trasformare, miscelare e smontare il vecchio - dice Marcella - per realizzare qualcosa di unico e particolare: per questo mi avvalgo di tecniche di lavorazione diverse."
Ma la tecnica dove esprime il meglio di sé è sicuramente il croquet, che mixato a materiali semplici o di riciclo, oppure a pietre dure, cristalli e componenti di pregio, dà vita a pezzi assolutamente originali e d'effetto.
"Amo le sfide e cimentarmi in progetti sempre nuovi - conclude Marcella - e pertanto il futuro e quello che mi riserva mi è di stimolo a fare meglio e di più."
Quindi non dubitiamo che il suo "baule delle meraviglie" continuerà ancora a stupirci nel tempo.

 

 

Rosy Siani
designer e creativa di Rossiani jewels

 

 

Condividi su Facebook