Pasqua alle Bahamas: crociera in catamarano alle Abaco e tour di terra con ITA223

Crociera in catamarano e tour di terra: ecco come godersi al meglio il mare e una destinazione esotica tutta da scoprire.

Il viaggio organizzato da ITA223 nel periodo di Pasqua 2017 dura 10 giorni, e si compone di 7 giorni di crociera, navigando in flottiglia intorno alle isole Abaco su catamarani nuovi e sicuri, con hostess per lo svolgimento dei servizi di bordo; 
e di una visita a terra di 3 giorni tra Miami e le Florida Keys.

La crociera inizia il 14 aprile e dura fino al 21 aprile; il tour di terra si svolge fino al 23 aprile.

ITINERARIO 

14 aprile
Partenza da Linate o Roma, scalo a Londra, arrivo a Nassau, la capitale delle Bahamas. Già in serata si giunge nel porto dove sono ormeggiati i catamarani.
Marsh Harbour, la cittadina splendente di luce, sorge sull'isola di Great Abaco e non delude non solo chi è alla ricerca di relax, ma anche chi vuole trascorrere del tempo insieme alla famiglia, lanciarsi all'avventura o assaporare la movimentata vita notturna. Per la cambusa è fornitissimo il supermercato Maxwell di Marsh Harbour.

15-16 aprile
Da Marsh Harbour si parte verso sud in direzione di Snake Cay, sull'isola di Great Abaco. La baia ha un'acqua azzurra trasparente e un favoloso fondale di sabbia. Dopo Snake Cay, ci si rimette in moto per raggiungere Little Harbour prima che faccia buio. Il porticciolo è protetto e delizioso e c'è un locale caratteristico, il Pet's Pub, dove fare l'aperitivo sulla terrazza in legno diventa un'esperienza indimenticabile grazie alla fantastica vista sul mare al tramonto.

 

17 aprile
Da Little Harbour si parte per Sandy Cay per fare snorkeling, poi verso Thaiti Beach, una lingua di sabbia bianca, dove si pranza.
Una delle baie più rinomate per la loro bellezza è Treasure Cay, l'elegante spiaggia caratterizzata da sabbia bianchissima e morbida.

 

18 aprile
Si continua per Hope Town, dove si trova il famoso faro bianco e rosso (gli anglosassoni lo definiscono "candy striped", cioè a strisce come le caramelle di Natale). L'isola è piccola ma graziosa, e vedere il tramonto del sole dietro al faro è un evento meraviglioso.

 

19 aprile
Da Hope Town si parte per Fowl Cay alla scoperta dei fondali e della barriera corallina, che con il mare piatto regalano il meglio di sé. Da Fowl Cay ci si sposta a Great Guana Cay, dove si ormeggia per la notte all'interno della rada, nell'avamporto di Orchid Bay Marina.
Per l'aperitivo serale si può andare in alcuni locali con vista sull'Oceano, come il Nipper's, che offre anche wi-fi gratuito.


20 aprile

Noname Cay, l'isola senza nome, e Green Turtle Cay sono le destinazioni della nuova veleggiata. Su Noname si trova la Spiaggia dei Maiailini, cosiddetta perché lì vive una famiglia di maiali che fa il bagno in mare con gran piacere.
Si riparte per Green Turtle Cay, meta fortemente raccomandata durante una visita alle Isole Abaco. Lunga chilometri e larga meno di uno, la più scenografica delle isole dell'arcipelago è contornata di capanni dove andare a pesca, e baie protette, un tempo amate dai pirati. Il capoluogo New Plymouth, posto su una piccola penisola, è un villaggio da cartolina dove il tempo sembra essersi fermato.
Attraverso foto antiche, scritti e dipinti, la storia dell'isola è rappresentata nel museo di Albert Lowe, ambientato in una splendida casa del 1825 e intitolato al noto maestro d’ascia, nativo dell’isola.
Per l’happy hour c'è il famoso Miss Emily’s Blue Bee Bar, dove sembra si beva il miglior Goombay Smash in assoluto delle Bahamas, il rinomato cocktail a base di rum e succhi di frutta. Sarebbe stato inventato proprio da Miss Emily per diventare poi quasi un simbolo del Paese.

 

TOUR DI TERRA
 

21-23 aprile
1 ora di volo e si arriva a Miami, per trascorrere gli ultimi 3 giorni.

Miami è la più famosa e popolosa città della Florida, diventata negli anni luogo emblematico degli Stati Uniti.
Città vacanziera e lussuosa in grado di richiamare turisti da tutto il mondo, Miami si riassume in poche, bellissime immagini: spiagge assolate e fisici scolpiti, macchine di lusso e hotel in stile Art Déco.

Da non perdere South Beach, il simbolo stesso di Miami: quasi tutta la vita della città si svolge in quest’area.
A Ocean Drive, di fronte all’oceano, sfrecciano i ragazzi sullo skateboard e le pattinatrici in pantaloncini, mentre i fanatici del fitness fanno footing.
Il cuore della comunità cubana a Miami si chiama Little Havana, dove, seduti intorno a un tavolo nei suoi accoglienti caffè, si possono incontrare giocatori di carte e di domino. Di sera questa zona offre tra i migliori ristoranti della città e locali notturni dove ballare la salsa, ma va affrontata con attenzione. Il miglior shopping si fa a CocoWalk, il centro commerciale di Coconut Grove Village, un tempo sede di ritrovi hippy e oggi centro pulsante della città.


Dieci posti e cose da fare a Miami:

http://www.viviconstile.it/articoli/030811132/dieci-cose-da-fare-miami

 

Dopo aver visto Miami, chi vorrà potrà raggiungere (in gruppo capitanato da uno skipper di ITA223) le Florida Keys, le meravigliose isole caraibiche a sud di Miami. Anche qui l'architettura è colorata e anglosassone, mentre il dolce da non perdere è la Key Lime Pie, una torta estiva freschissima a base di lime. Il posto migliore del mondo dove mangiarla è da Mrs. Mac, a Key Largo. Key West, l'ultima isola, affascinerà per i suoi locali e la musica dal vivo, e per il mito che circonda la figura di Hemingway, che trascorse diversi anni sull'isola, scrivendo alcuni dei suoi romanzi e praticando la pesca d'alto mare.

 

24-25 aprile
Si ritorna a casa, con scalo a Londra e rientro su Malpensa verso le 18.

 

Perché andare alle Bahamas: maggiori informazioni sulla destinazione

Tutto sulla crociera alle Abaco Islands e tour di terra a Miami e Florida Keys presso ITA223 al link: http://www.ita223.it/index.php/it/item/34-pasqua-alle-bahamas

 

Download: Scarica la locandina!

Photo Credits: ©Bahamas Ministry Of Tourism

 

 

Condividi su Facebook