Il nuovo Hotel CitizenM di New York

Un grattacielo di 22 piani vicino a Times Square, nel cuore di New York, ospita il nuovo Hotel CitizenM.

Ultimo della catena olandese citizenM (gli altri cinque sono ad Amsterdam, Glasgow, Londra, Parigi e Rotterdam), il nuovo CitizenM Hotel è stato da poco inaugurato su West 50th Street, all’angolo con Broadway, al centro del distretto dei teatri e a solo tre isolati a nord di Times Square, lì dove la Grande Mela non dorme mai.

Un progetto dal tipico design nordico e dalla tecnologia super moderna, in un ambiente colorato e giovane, con una particolare attenzione al mondo dell’arte.
Il progetto è firmato dallo studio olandese di architettura Concrete e lo styling degli interni è stato affidato allo studio Bricks di Amsterdam.
Come in tutti gli hotel citizenM, inoltre, grande spazio viene dato all’arte nelle sue innumerevoli manifestazioni: la grande opera “People walking” di Julian Opie che domina e arreda la lobby, l’ancor più grande murales di Jen Lui “Come one come all”, che dà il benvenuto ai clienti dalle pareti esterne del grattacielo, e l’intero progetto di graphic design che caratterizza il complesso del CitizenM Hotel di New York.
Cuore pulsante del nuovo hotel di design è senza dubbio il grande lodge al pian terreno, studiato e progettato come spazio aperto sul quartiere e la comunità, luogo di incontro e di cultura per turisti, uomini d’affari ma anche per i newyorkesi.

Spazio a doppia altezza, con un mezzanino affacciato direttamente sulla strada, è concepito come un volume in vetro aperto sulla vita brulicante della city dove si può mangiare, incontrarsi, lavorare e sfogliare libri e riviste alla libreria Mendo.

Le pareti sono arredate per sentirsi come a casa, in un ambiente vivo e vissuto: il grande mobile che occupa una delle pareti più importanti della lounge è una specie di cabinet de curiosités con libri, pezzi d'arte contemporanea e oggetti legati a New York.
In vetro è anche il Cloud Bar ospitato sul rooftop dell’hotel CitizenM: 360 gradi di vista mozzafiato sullo skyline di New York, tra divani di velluto e lanterne appesa al soffitto, un indirizzo che è già diventato cool per sorseggiare un drink e incontrare la gente giusta.
Le 230 camere dell’hotel di New York, molto spaziose, sono un inno al design e alla tecnologia. Basti pensare che sono dotate di un tablet touch-screen con il quale l’ospite può controllare diverse funzioni a seconda del proprio stato d’animo: attenuare o colorare le luci, chiudere le tende, riscaldare o rinfrescare la stanza e guardare la televisione a seconda che ci si senta più in modalità business, love o relax. C’è anche una cornice digitale per personalizzare la stanza con un’opera d’arte a piacere.

Avete mai pensato quante persone utilizzino cassetti e armadi degli hotel? Pochissimi. Ecco perché qui all’Hotel CitizenM gli armadi a muro sono ridotti al minimo indispensabile e, invece di cassetti e cassettini, ce ne è uno solo molto grande sotto il letto, per riporvi la valigia anche aperta.
Il risparmio del tempo, in effetti, per quelli del gruppo citizenM sembra un fattore decisamente importante. Così anche nel nuovo hotel di New York check-in e check out sono self service e ultra rapidi. Più smart di così!
Il che non significa che gli ospiti non siano coccolati, anzi: il bar è aperto 24 ore su 24, il wi-fi veloce e gratuito, i film a disposizione dei cinefili e una bella palestra panoramica aspetta i patiti del fitness al 19esimo piano del grattacielo.

 

Condividi su Facebook