Pisa book festival – l’evento dedicato all’editoria indipendente

Pisa Book Festival, giunto all’undicesima edizione, si conferma come un’iniziativa culturale sempre più importante e una grande finestra sull’editoria indipendente.

Quest’anno dal 15 al 17 novembre al Palazzo dei Congressi di Pisa, la manifestazione è nata con l’obiettivo di valorizzare gli editori indipendenti italiani e promuovere il libro e la cultura come fattore di crescita economica e di attrazione turistica.
Un obiettivo che sembra essere stato ampiamente conseguito, se si pensa che oggi il Pisa Book Festival è la terza manifestazione nazionale libraria, dopo il Salone del Libro di Torino e la fiera Più Libri Più Liberi di Roma.
Gli editori indipendenti, oltre a fornire un’essenziale sorgente di ricambio d’iniziative imprenditoriali, fanno emergere argomenti particolari o temi d’interesse di settori minoritari della società ed in questo modo danno un rilevante contributo all’arricchimento ed alla diversificazione dell’offerta culturale.
Ulteriore nota caratteristica del festival è costituita dalla presenza di seminari per gli operatori del settore, di convegni sui grandi temi d’attualità e di incontri con gli autori del momento (per l’edizione 2013 è previsto un totale di 200 eventi ed incontri nei tre giorni della fiera).
Sarà un week-end ricco di eventi: presentazioni, incontri con gli autori, 4.000 mq di libri, 150 editori e un Paese ospite d'onore, la Germania, con nove autori riconducibili a percorsi diversi, ma tutti rappresentativi di una produzione libraria tra le più vivaci e interessanti del panorama europeo.
Il viaggio in Germania inizierà il 14 novembre con la mostra dell’autore-illustratore Philip Waechter allestita nelle sale di Palazzo Blu con 25 tavole originali.

A rappresentare i rapporti tra Germania e Italia sarà l’editore-scrittore Klaus Wagenbach che con Ranieri Polese parlerà del suo libro autobiografico La libertà dell’editore (Sellerio).

 

Condividi su Facebook