I borghi Presepe da visitare a Natale

Non c’è nulla di più bello, per chi ama il Natale, del periodo che precede il grande giorno. Il clima si fa pungente, le strade si illuminano a festa e vien voglia di regalarsi un weekend fuori porta.

 

 

Magari proprio in uno di quei borghi che sembrano un presepe, tra stradine tortuose, aria che profuma di legna arsa, piccole botteghe dove fare shopping natalizio.

 

San Candido, mercatini di Natale e sport invernali nella Terra delle Tre Cime

 

Nella Terra delle Tre Cime, San Candido è uno dei borghi più affascinanti e vivaci dell’Alto Adige, amato dagli appassionati di sport invernali, ma anche da chi vuole vivere la tipica atmosfera natalizia delle nostre montagne.
Cittadina molto antica - meritano una visita la Collegiata e la chiesa in stile romanico dedicata a San Michele, che nel 1735 venne ristrutturata in stile barocco - San Candido (in tedesco Innichen) ha un bel centro storico pedonale che a Natale diventa un vero e proprio presepe sotto la neve, che qui non manca mai.
Tante luci di festa addobbano le case tipiche con le facciate colorate, mentre nei numerosi negozi del centro ci si può sbizzarrire nello shopping, tra decorazioni per la casa e abbigliamento tradizionale. E, se non bastasse, non può mancare il Mercatino di Natale di San Candido, noto anche come "Natale nelle Dolomiti a San Candido", dal 24 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.

Particolarmente amato dal pubblico per il suo essere autentico e fiabesco allo stesso tempo, il Mercatino di Natale di San Candido espone i prodotti artigianali della tradizione, come decorazioni tipiche per l’albero di Natale, piccole sculture in legno di cirmolo, candele, tovaglie, centritavola, nonché pantofole in feltro, guanti di lana e calde e avvolgenti coperte.
Un intero mese di festa, per potersi dedicare ai regali di Natale, lontano dai centri commerciali, immersi in un'atmosfera magica, sotto il campanile del Duomo di San Candido e protetti dalle Tre Cime di Lavaredo, forse le vette più famose delle Dolomiti, che danno il nome a quest'area.

Per soggiornare a San Candido, potete approfittare dell'Offerta Mercatini di Natale nella Terra delle Tre Cime (dal 24/11/2017 al 07/12/2017) dello Sporthotel Tyrol, uno degli hotel più belli della cittadina altoatesina. 4 stelle elegante e contemporaneo, di design e tradizionale insieme, la struttura si trova proprio nel centro di San Candido: dispone di camere matrimoniali Comfort, Deluxe e Superior per famiglie, confortevoli e arredate in un piacevole stile tirolese; e di meravigliose Suite di 60 metri quadri, dotate di balcone con vista sulle Dolomiti, pavimenti in legno, bagni in pietra locale con ampie docce e pezzi d'arredo che mescolano alla perfezione design contemporaneo e locale.

 

Borghetto sul Mincio, Natale romantico

 

In provincia di Verona, c’è un piccolo borgo di grande bellezza, poche case che sembrano nascere dal fiume che vi scorre tutto intorno e a cui deve il nome: Borghetto sul Mincio.
Gioiello incastonato tra l’acqua e le colline, Borghetto sul Mincio è per natura un presepe in miniatura, affascinante e romanticissimo quando il sole tramonta e si accende di mille luci calde nelle case antiche.
Costruito in una zona di frontiera presa di mira da signorie ed eserciti che qui avevano i loro appetiti e le loro mire espansioniste (i Gonzaga, gli Scaligeri, i Visconti, la Serenissima di Venezia, l'Austria e la Francia) Borghetto è oggi una meta che attrae i turisti del vicino Lago di Garda e i visitatori delle colline moreniche: una zona bella e affascinante che, a buon diritto, si è meritata l’appellativo di piccola Toscana.
L'insediamento originario è sorto all'inizio del XV secolo attorno ad alcuni mulini ad acqua (che sono ancora presenti tra una casetta e l’altra) costruiti per la molatura del frumento e la pilatura del riso vicino al punto di guado del fiume Mincio, alle spalle del paese di Valeggio.
A Valeggio si trova il piccolo abitato che fa da scudo e da check point a ciò che il tempo ci ha lasciato del Castello Scaligero soprastante.
Sono due le strade che è possibile percorrere per entrare nel piccolo borgo. La prima, arrivando dal centro di Valeggio è quella che ci fa transitare dall’imponente Ponte Visconteo, la seconda attraversando il Castello.

 

Brisighella, Natale all’ombra della Rocca

 

Brisighella, in Emilia Romagna, è un borgo medievale costruito a ridosso di una rupe gessosa e sovrastato da tre picchi sui quali si ergono i tre monumenti simbolo: la Rocca, la Torre dell´Orologio e il Santuario del Monticino.
All´interno del nucleo storico di quello che è considerato uno dei borghi più romantici e belli d’Italia, l´atmosfera medievale è conservata nel saliscendi di strade e viuzze, negli edifici maestosi e nelle case basse e arroccate, nei vicoli in ombra, negli angoli nascosti, nelle piazze e nei cortili animati nei giorni di festa e di mercato.
Il cuore di Brisighella è piazza Marconi, dove si può percorrere a piedi la via del Borgo, detta anche Via degli Asini. È una strada sopraelevata, unica al mondo, costruita tra il XII e il XIII secolo con funzioni di difesa e in seguito utilizzata dai biroccai che abitavano nei locali sovrastanti per il trasporto del gesso a dorso d´asino dalle cave poste nella valle circostante.
Proprio qui, lungo Via degli Asini, ogni anno a dicembre durante il periodo dell’Avvento si tiene un caratteristico mercatino di Natale con mostra di Presepi, mentre il 26 dicembre si potrà assistere alla rappresentazione del Presepe Vivente.

 

 

Corciano, Natale slow in Umbria
Secondo una antica leggenda, Corciano – in Umbria in provincia di Perugia - deve il suo nome e le sue origini a Coragino, mitico compagno di Ulisse.
Mito a parte, una cosa è certa: le origini antichissime di questo abitato, già conosciuto in epoca etrusco-romana, come ricorda il ritrovamento di una necropoli etrusca.
Ma l’aspetto attuale di Corciano, arroccato sul un colle dolce e verdissimo, è quello di un borgo medievale perfettamente conservato. Sembra davvero di entrare in un presepe a grandezza naturale, con le strade a gradoni che si arrampicano sul fianco della collina e culminano nella piazza principale dove si affacciano la chiesa del paese e gli antichi palazzi del Comune medievale.
Durante il periodo natalizio a Corciano si respira un’atmosfera di festa, con le botteghe addobbate e le tante iniziative per grandi e piccini ma, soprattutto, con quel ritmo slow che sprizza serenità da tutti i pori e che rende unici i borghi più belli d’Italia.

 

 

Matera, il Presepe nelle rocce
Capitale Europea della Cultura per il 2019, Matera è una città antichissima - i primi insediamenti vengono fatti risalire al Paleolitico – e molto amata in tutto il mondo: dopo il film The Passion di Mel Gison, è stata inserita in tutte le guide turistiche internazionali e richiama ogni anno migliaia di turisti (americani e giapponesi ne vanno matti).
Ciò che rende unica questa città sono i Sassi, lavorati dalla natura per millenni, scavati dalla mano umana e ancora oggi in piedi sull'orlo di un burrone.
Il modo migliore per conoscere Matera è camminare, camminare, camminare: dotatevi di un buon paio di scarpe da tennis e partite all’avventura girando per le sue vie, per le salite e le discese scavate nella roccia. Perdersi anche solo un vicolo di questa straordinaria città sarebbe un peccato imperdonabile.
Bella in ogni stagione, Matera si accende di magia durante il Natale: gli antichi rioni, addobbati e illuminati da mille lucine, assumono proprio l’aspetto di un grande e brulicante presepe a cielo aperto, che si distingue dagli altri presepi proprio per la sua caratteristica di autenticità, in quanto luogo reale e non ricostruzione a uso e consumo dei turisti.
Non a caso durante il periodo natalizio all’interno dei Sassi di Matera viene organizzato un grande presepe vivente, che si può scoprire anche con visite guidate: percorrendo le stradine, le scalette e i vicinati di questa città scolpita nella roccia calcarea, avrete l'impressione di essere sospesi nello spazio e nel tempo, tra ricostruzioni di antichi lavori e quadri sacri viventi che emozionano.

 

 

 

Condividi su Facebook