Buenos Aires - la città di tango e milonga

Buenos Aires è una città fatta di musica. Forse perché non è solo una bella metropoli latina, ma è l’incontro stesso con il tango.

La musica più sensuale del pianeta qui è una sensazione che vibra nell’aria, che pervade le strade e si insinua nel traffico caotico e nei sorrisi della gente.
A Buenos Aires si balla praticamente sempre e ovunque, da mezzogiorno fino a notte fonda quando le scuole di ballo e i locali si popolano di ballerini.

Il cerimoniale del tangueros prevede che sia l’uomo a invitare, con un cenno degli occhi e con un lieve inchino del capo la dama; lei accetta e si lascia trasportare da un abbraccio coinvolgente che, pur mantenendo la distanza, suggerisce passione e intimità.
Ultimamente, poi, si è riscoperta un’altra danza, un tempo molto famosa e poi caduta nel dimenticatoio, la milonga, una sorta di tango più disinvolto e teatrale, una danza veloce e dal ritmo sincopato, molto gioiosa.
Oggi a Buenos Aires va per la maggiore, soprattutto tra i giovani, e i locali per ballarla sono tanti e divertenti. Un motivo in più per programmare un viaggio in Argentina.

Non preoccupatevi, però, se non avete mai mosso un passo di milonga: non c’è posto al mondo migliore per imparare a farlo.
Quasi tutte le milongas porteñas (le balere locali, per intenderci) offrono efficaci lezioni prima dell’inizio delle danze, utilissime per i principianti. L’importante è indossare scarpe comode.

Per lui, mocassini e scarpe da ginnastica vanno benissimo. Per lei, sono di rigore le zapatos de baile, con tacco medio-alto e stringhino di sicurezza. Perché la ballerina deve sentirsi ben bilanciata e sicura delle propria calzatura, oltre che sensuale.

Se non siete molto avvezzi alle danze, nessun problema: i porteños assicurano che imparare la milonga sia semplice come bere un bicchiere d’acqua e, soprattutto, bisogna lasciarsi trasportare dalla fantasia e seguire la musica, improvvisando.
Tra le sale di milonga (e di tango) più famose in città, c'è senza dubbio la Confiteria Ideal: 101 anni di storia di danza e un salone centrale elegantissimo in stile primo Novecento (Suipacha 384) la cui struttura è stata dichiarata patrimonio storico.
Meno blasonata, ma speciale per la bella atmosfera che si respira, è La Catedral (Sarmiento 4006), nella zona di Almagro, che ospita anche una galleria d’arte contemporanea.
Famosissime e altrettanto frequentate sono La Viruta (Armenia 1366), Sunderland Club (Lugones3161), Niño Bien (Humberto I 1462), Sin Rumbo (Tamborini 6157), Vejo Correo (Diaz Velez 4820), Club Espanol (Irigoyen 172), La Calesita (Rivadavia1350) e il Centro Cultural Torcuato Tasso (Defensa1575), leggendario ambiente dove, più di cento anni fa, nacque la milonga.
Più tradizionale il Salon Canning (Scalabrini Ortiz 1331), dove si mangiano anche delle ottime empanadas di carne.

 

    

 

Condividi su Facebook