The Botanical Club - distilleria di gin con bistrot e american bar a Milano

Al civico 11 di Via Pastrengo a Milano, nel cuore dello storico quartiere Isola, è stato da poco inaugurato The Botanical Club, locale davvero unico nel suo genere.

 

 

Dall’idea dei due soci fondatori, Davide Martelli e Alessandro Longhin, The Botanical Club è la prima micro distilleria di gin milanese con bistrot e american bar.
New entry cittadina, The Botanical Club è diventato immediatamente uno dei place to be meneghini.
Gli spazi del nuovo locale, raffinati e accoglienti, interpretano a meraviglia lo stile milanese, con un piglio internazionale.
Tante piante, legno, mattoni a vista, ottone e marmo per farci sentire a New York o forse a Istanbul.

 

 

Ospitato in uno storico palazzo di inizio secolo, The Botanical Club ha un’anima duplice e due ambienti distinti, ma dialoganti, a rappresentarla: l’american bar e il bistot, entrambi affacciati sui tavoli esterni intervallati da piante di ginepro e fiori di campo.
Il bistrot offre una cucina contemporanea, che ricerca e sperimenta e, soprattutto, prepara i clienti ad assaggiare piatti sorseggiando ottimi cocktail e altrettanti selezionati vini: le proposte, divise in “Piccoli piatti” e “La Cucina” cambiano ogni mese, a seconda della stagione. Ottimi il Salmone affumicato in Casa con carote all’arancia e nocciole tostate e il Maialino confit servito con mousse di patate, menta e olive caramellate.
Negli spazi della cucina a vista è il misterioso alambicco ad attirare l’attenzione degli avventori: è il “luogo” magico dove i botanicals (la miscela miscela di erbe, spezie, piante e radici nel quale viene messo a macerare il fermentato ottenuto da frumento ed orzo) danno vita con pazienza ai profumi del gin distillato.
Quando il ristorante è chiuso, qui il team della distilleria studia e sperimenta nuove botaniche e ingredienti provenienti dai quattro angoli del mondo, per dare vita a gin inediti, mai assaggiati prima.

Il cocktail bar The Botanical Club, alla guida un’eccellente bar tender Katerina Logvinova, propone - ça va sans dire – ricette tutt’altro che scontate: cocktail di grande raffinatezza, sempre frutto di ricerca e passione per l’equilibrio.
Da provare, oltre al “Gin del giorno” (ci sono più di 100 referenze) uno dei Signature Cocktails firmati da Katerina Logvinova. Che hanno nomi suadenti - Forget your present, Just Because, Spring Darty… - e armonie inaspettate e pungenti.
 

 

 

 

 

Condividi su Facebook