Tombini griffati nelle vie della moda a Milano

In occasione della settimana della moda di Milano persino i tombini sono diventati stilosi.

 

 

Certo solo quelli del Quadrilatero della moda, tra Via Montenapoleone e Via Sant'Andrea, dove tra il 24 febbraio e il 26 gennaio 2015 faranno bella mostra di sé 24 tombini vestiti a festa dalle più famose maison di made in Italy: Giorgio Armani, Just Cavalli, Etro, Missoni, Larusmiani, Laura Biagiotti, Costume National, Moschino, 10 Corso Como, Prada, Trussardi, DSquared2, Versace, Iceberg, Brunello Cucinelli, Hogan, Alberta Ferretti, Valentino, Salvatore Ferragamo, Emilio Pucci, Giuseppe Zanotti Design, Ermenegildo Zegna.
Tra i tanti nomi celebri che hanno reso grande la moda made in Italy nel mondo, anche due tombini progettati da due giovani promesse dello stile, Alessandro Garofolo e Santi, realizzati nell'ambito di un contest in collaborazione con l'Istituto Marangoni di Milano, che hanno meglio interpretato il tema della mostra.

Si tratta della mostra open air “Sopra il sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata”: nata da un'idea di Monica Nascimbeni, è un'iniziativa culturale promossa e realizzata da Metroweb, l'azienda milanese leader nel settore delle fibre ottiche, per raccontare, in modo insolito, la rete e l'innovazione della città.

Resina, ghisa, smalto e fantasia e arte hand made: ecco gli ingredienti della Tombini Art che per circa un anno coloreranno via Montenapoleone e le strade del quadrilatero della Moda, mecca dello shopping a Milano.
Poco amati dalle eleganti signore in tacco 12, e normalmente senza alcuna bellezza estetica, gli umili tombini potranno così godere di un’inaspettata attenzione.

Con un nobile fine benefico, per di più. “A fine carriera” le opere verranno infatti battute all’asta da Christie’s e l’intero ricavato verrà devoluto all’associazione non profit Oxfam Italia, per le attività rivolte a miglioramento delle condizioni socio-economiche di circa 20mila persone, con un’attenzione particolare nei confronti delle donne, in Bosnia Erzegovina e Albania, Ecuador, Territori occupati Palestinesi, Marocco, Cambogia e Italia.
«È un’edizione speciale che in occasione dell’imminente Expo 2015 si propone di celebrare e interpretare il tema dell’internazionalità di Milano attraverso le sue eccellenze», afferma l’AD di Metroweb Alberto Trondoli.
 

Foto: Tombini art in via Montenapoleone, Foto di Sergio Caminata

 

 

Condividi su Facebook