Thailandia: l'arcipelago di Koh Chang

L'arcipelago di Koh Chang, nel Sud della Thailandia, conta 180 isole: calme, selvagge e in gran parte disabitate.

L'arcipelago si trova nella tranquilla provincia di Tat, a circa 280 km da Bangkok, lontano dalle rotte del turismo di massa perché alcune delle sue isole non vengono trattate dai tour operator italiani.

Sono luoghi che regalano uno scenario da sogno di spiagge deserte e sabbia bianca, affacciate su un mare bellissimo e profondo, ricco di fauna acquatica e barriere coralline.

All'interno, le foreste tropicali costituiscono il cuore verde delle isole, con promontori sorprendenti e rupi da cui scrosciano energiche cascate.

Non a caso Koh Chang costituisce uno dei parchi nazionali più belli e incontaminati di tutta la Thailandia, paradiso per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni.

 

Quasi nessuno conosce tutte le isole dell'arcipelago di Koh Chang (o "Isola degli elefanti", la seconda più grande della Thailandia), ma scoprirle almeno in parte costituisce una sfida che il viaggiatore temerario non può farsi scappare.
Pur essendo ancora coperta per più del 70% da foresta vergine, l'isola offre un'interessante vita cittadina: locali, discoteche e pub con musica dal vivo allietano le serate dei turisti. Nei mercatini si fa scorta di oggetti in legno di artigianato tipico locale; nei ristoranti si scopre la bontà della cucina thailandese provata sul posto, perché gustare un Som Tum (la tipica insalata thailandese a base di papaia, arachidi e gamberetti) o un Padthai (i noodle orientali con verdure, carne o pesce) in riva al mare diventa parte dell'atmosfera paradisiaca di questo luogo.

 

Solo un paio di centinaia di metri a sud-est di Koh Chang, l'isola di Koh Ngam ha una forma unica, creata da due lembi di terra che si incontrano tramite una piccola montagna di sabbia. La sua bellezza le ha fatto meritare il soprannome di "Phi Phi Island dell'arcipelago di Koh Chang".
La piccola baia è molto pittoresca e protegge la zona dal maltempo.

Koh Maak è una piccola isola circondata da mare cristallino, ricca di piantagioni di cocco e di gomma. Pesci tropicali e coralli rossi colorano l'acqua, mentre tutt'intorno 16 chilometri di spiagge compongono il litorale ideale per una fuga romantica.

 

A "una remata di kajak" da Koh Maak, come dicono i ricchi inglesi che vi vengono a passare le vacanze, si trova l'isoletta di Koh Kham. Un paradiso di natura lussureggiante, sabbia finissima e acqua trasparente.

Quarta isola per grandezza della Thailandia (dopo Phuket, Koh Chang e Koh Samui) Koh Kut è un'isola montagnosa, coperta di foreste a vegetazione tropicale. Le spiagge sono di sabbia bianchissima e la barriera corallina incanta, quando la si scorge dalla barca o durante le immersioni. Le cascate, scendendo da cime scoscese, formano una piscina naturale, dove i visitatori possono fare un bagno circondati dal verde della giungla e ascoltando il cinguettio degli uccelli.
L'isola fu ignorata come destinazione turistica per molti anni a causa della sua vicinanza col confine cambogiano, cosa che è tornata oggi a suo vantaggio, essendosi mantenuta selvaggia e incontaminata.

 

Sorprende Koh Wai per le sue spiagge di sassi e roccia, così diverse dal resto delle spiagge dell'arcipelago. L'isola è ideale per chi ama la tranquillità e per chi pratica sport subacquei.

 

L'affascinante navigata tra le isole dell'arcipelago di Koh Chang continua con Koh Phrao. Su questa piccola isola al largo, ombreggiata dai palmeti da cocco, i pescatori vivono ancora nelle palafitte, costruite sulla costa orientale in piccole baie.

Situate nel parco marino a ovest di Koh Maak, i fondali di Koh Kra e Koh Rang hanno barriere coralline bellissime e formazioni rocciose in un'acqua così trasparente da valere una lunga immersione.

 

E ancora si avranno gli occhi pieni di bellezza a Koh Kra Dad, un'isola verde circondata tutt'intorno da una lunga spiaggia perimetrale. Il mare, poi, incanta con la sua acqua cristallina e il prezioso corallo.

 

Koh Man Nok e Koh Man Nai, piccole e prive di strutture ricettive, durante la bassa marea si contornano di sabbia e alghe dorate.

 

Koh Chang Noi significa "piccola Koh Chang": una splendida destinazione, con un'atmosfera easy e sound di musica reggae. Anche qui il mare regala esperienze indimenticabili, sia per gli amanti delle immersioni che per chi vuole godersi la spiaggia e quella tintarella esotica che fa tanto estate.

 

Condividi su Facebook