I migliori ristoranti di Berlino – la nuova alta cucina tedesca

Altro che boccali di birra weiss e stinco di maiale, la cucina dei migliori ristoranti di Berlino sta vivendo una nuova stellata giovinezza.

Sì, perché nel 2013 sono stati addirittura dodici i ristoranti insigniti delle stelle Michelin. Un bel risultato per una tradizione culinaria che fino a poco tempo fa era snobbata dai palati più pretenziosi come poco raffinata e innovativa.
Ma si sa, Berlino è da sempre la più cosmopolita delle città tedesche, una metropoli abituata a cambiare pelle, rivoluzionare aspetto, attese e gusti. E così, accanto alle architetture avveniristiche e ai quartieri rinnovati che stanno trasformando il volto di una città sempre più trendy e giovane, non avrebbero potuto mancare ristoranti stellati e non di nuova generazione.
Abbiamo selezionato cinque tra i migliori ristoranti di Berlino, in un piccolo vademecum per viaggiatori gourmet del nuovo millennio.

Fischers Fritz
Lo chef Christian Lohse del Fischers Fritz è uno degli chef stellati della Guida Michelin 2013, con ben due stelle nel paniere. Un ottimo motivo per prenotare una cena nell’esclusivo ristorante di Charlottenstraße 49: interni caldi e accoglienti, non privi di una piacevolissima opulenza alto borghese (lampadari di cristalli e argenteria compresi), personale molto cordiale come si addice al mood del locale e una cucina di pesce innovativa e ispirata che non delude praticamente nessuno: ecco a voi la nuova alta cucina tedesca.
 

Reinstoff

Se volete iniziare bene una serata alla moda in vero stile berlinese, scegliete di cenare da Reinstoff, il ristorante dove gli abitanti di Berlino hanno scoperto l’alta cucina e il piacere di sorseggiare un ottimo vino Doc. Il locale, moderno e metropolitano, è il regno di Daniel Achilles, enfant prodige dei fornelli tedeschi che si è guadagnato da poco le due stelle Michelin. La sua è una cucina che osa sperimentare, decisamente all’avanguardia ma senza darsi troppe arie. Lo charme disinvolto e accattivante per una clientela cosmopolita come quella che si trova in città, ha decretato il successo di Reinstoff, uno dei migliori ristoranti di Berlino (molto amato da personaggi del mondo dell’arte e professionisti dei media). Il menù non è facilmente riconducibile a nessuna categoria, frutto della straordinaria capacità creativa dello chef e di ingredienti sempre freschi e biologici. Ricordate di prenotare la vostra cena con un certo anticipo.

Pauly Saal

L'ex scuola femminile ebraica, ospitata in una delle location più piacevolmente shabby chic di Berlino, è diventata un ristorante molto raffinato: Pauly Saal. Per essere precisi, l’ex palestra della scuola ebraica è stata ristrutturata e arredata ispirandosi alla Berlino anni ’20 e ’30 ed è stata trasformata in una spaziosa sala ristorante alla quale si accede attraversando il bar decorato con quadri, foto, molti dischi in vinile, lampade particolari e un lungo bancone. Un ambiente raffinato e intimo, con giganteschi lampadari di Murano, enormi vetrate, sedie imbottite ricoperte di un pregiato tessuto verde, tovaglie bianche, pareti ricoperte di piastrelle di ceramica di produzione locale, un razzo a grandezza naturale rosso e bianco, che copre l’intera larghezza della stanza e, sotto di esso, la cucina a vista.
Locale ricercato così come i piatti che vi si possono gustare, che sono una reinterpretazione della cucina tedesca: brasati, stufati serviti in pentole di ghisa, maialini e polli da rosticceria, zuppe, verdure, sottaceti, pane cotto nel forno a legna e dolci fatti in casa. Anche qui solo prodotti organici e carni di animali allevati in modo naturale.

FelixClubRestaurant
Certo chiamarlo solo ristorante potrebbe apparire riduttivo, perché il FelixClubRestaurant è un locale atipico, internazionale ma allo stesso tempo tipicamente berlinese. Oltre a essere uno dei migliori ristoranti di Berlino, è un ritrovo dove assaggiare una buona cucina metropolitana, bere cocktail fatti alla perfezione e fermarsi per ballare in seconda serata. Un club, dove entri al tramonto ed esci che quasi albeggia, perfetto per i giovani e per chi ama i locali di tendenza. Gli ambienti estremamente spaziosi e razionali, tanto che ricordano quelli di una galleria d’arte, sono un palese omaggio alla New York degli anni ’40, insieme all’alta cucina stile Metropolitan e al lounge-bar per un perfetto e sofisticato clubbing berlinese.
 

Tim Raue Restaurant
New Entry nell’Olimpo delle stelle Michelin, c’è Tim Raue, con il suo ristorante in Rudi-Dutschke-Straße 26. Il suo motto è: trovare il proprio stile, mantenerlo senza compromessi e non lasciarsi scoraggiare dalle critiche. E non avrebbe potuto essere diversamente, dal momento che la sua cucina è decisamente coraggiosa e insolita. Nel ristorante si servono solo piatti che diffondono energia e gioia di vivere, senza appesantire inutilmente il fisico. Sono banditi dalla tavola pane e contorni durante il pasto, mentre non mancano ingredienti insoliti. La sua cucina è una geniale combinazione tra perfezione giapponese dei prodotti, aromi tailandesi e filosofia gastronomica cinese.

 

Condividi su Facebook